Beijinhos e Brigadeiros – Tris di tartufini brasiliani

imm copertina

E’ tempo di Olimpiadi a Rio ed è anche arrivato il momento di sbizzarrirsi con il pranzo di Ferragosto, quindi perché non provare una ricetta veloce che possa coniugare entrambe le cose? Ecco come mi è venuta l’idea dei beijinhos e dei brigadeiros, un trittico di tartufini brasiliani ideali per concludere un pasto all’aperto, facilissimi da preparare, gustosi e soprattutto comodissimi da trasportare! Non perdiamo tempo, mettiamo su un po’ di bossa nova e cominciamo!


Questo post contiene, in realtà, tre ricette diverse, così da soddisfare qualsiasi palato. Faremo, quindi, i beijinhos (al cocco), ed i brigadeiros, sia al cioccolato che al gusto caipiriña. Il procedimento è sempre lo stesso, ma, ovviamente, cambiano gli ingredienti.

Per i Beijinhos de cocco (per 12 tartufini circa)

  • 200 ml di latte condensato
  • 4 cucchiai di farina di cocco
  • 25 gr di burro
  • Farina di cocco qb (per decorare)

ingr beijinhos

Versate il latte condensato, i 4 cucchiai di farina di cocco ed il burro in un pentolino, fate sciogliere il tutto dolcemente e lasciate cuocere finché il composto non diventa più denso e non si stacchi dalle pareti. A questo punto imburrate leggermente una ciotola e versateci all’interno l’impasto. Lasciate freddare il tutto in frigo per 40 minuti circa, o fino al momento in cui non si sarà rappreso ed avrà assunto una consistenza tale da poter essere manipolato. Strofinatevi le mani con un po’ di burro e cominciate a formare delle palline di composto. Tuffatele successivamente nella farina di cocco e rimettetele in frigo a riposare.

Per i brigadeiros de chocolate (per 12 tarfufini circa)

  • 100 gr di latte condensato
  • 50 gr di cioccolato fondente (possibilmente al 70%)
  • 7 gr di burro
  • Cacao qb (per decorare)

ingr brig choco

Come per i beijinhos, versate il latte condensato, il cioccolato ed il burro in un pentolino, fate sciogliere i tre ingredienti e proseguite con la cottura fino al punto in cui l’impasto si stacca dalle pareti. Imburrate una ciotola, versateci il tutto e fatelo freddare in frigo per 40 minuti circa o, come prima, fino a quando non avrete raggiunto una consistenza malleabile. Sfregatevi del burro sulle mani, formate delle palline, rotolatele nel cacao e mettete in frigo a riposare.

Per i brigadeiros de caipirinha (per 12 tartufini circa)

  • 200 gr di latte condensato
  • 15 gr di burro
  • 25 ml di rum
  • 50 gr di zucchero di canna (per decorare)
  • Scorza di lime qb (per decorare)

ingr brig caipirinha

Qui il procedimento cambia leggermente: Come prima cosa, fate sciogliere in un pentolino il latte condensato con il burro fino al punto in cui comincerà a rapprendersi. A questo punto aggiungete il rum e proseguite la cottura per qualche minuto. Quando il composto si staccherà dalle pareti senza problemi sarà pronto. Versatelo in una ciotola precedentemente imburrata e, come sempre, fate freddare in frigo per 40 minuti circa. Nel frattempo grattugiate la scorza del lime, mischiatela con lo zucchero di canna e tenetelo da parte per la decorazione. Quando l’impasto sarà diventato malleabile al punto giusto tiratelo fuori dal frigo, formate delle palline con le mani precedentemente imburrate, passate il tutto nello zucchero di canna e lime e rimettete i tartufini in frigo a riposare.

imm evidenza

NOTE

  • Potete utilizzare qualunque cosa per le decorazioni: i brigadeiros al cioccolato, per esempio, sono ottimi anche con una ‘panatura’ di granella di nocciole o codette di cioccolato.
  • Alcuni inseriscono all’interno dei beijinhos al cocco una mandorla. Io ho preferito evitare per rendere i tre tipi di tartufini più omogenei, ma seguendo lo stesso principio si potrebbe anche inserire, per esempio, una nocciola all’interno dei brigadeiros al cioccolato.
  • Nella ricetta originale dei brigadeiros de caipirinha era previsto l’utilizzo della cachaca, ma essendo di difficile reperibilità in Italia, ho optato per il rum, con il quale il risultato resta comunque eccezionale.

Lascia un commento