Torta della nonna: un classico che non tramonta mai!

imm-evidenza3

Crema, pinoli, frolla e una valanga di crumble a completare il tutto. Se dovessero chiedermi in cosa vorrei affogare questa sarebbe la mia risposta. In pratica, vorrei avere sempre accanto a me una torta della nonna! Quella che preparo io, nello specifico, è un po’ diversa dalla versione classica del dolce, perché assemblo tutti gli elementi da cotti all’ultimo ottenendo così una ricetta più veloce ma molto, molto più buona! Cominciamo?


Per una tortiera da 26 cm di diametro (per 10/12 persone circa)

Per la pasta frolla

  • 125 gr di burro
  • 125 gr di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 250 gr di farina 00

Ingr Frolla 2

Amalgamate il burro (precedente ammorbidito) con lo zucchero fino a formare un composto omogeneo. Aggiungete all’impasto prima l’uovo intero e successivamente i 250 grammi di farina tutti insieme. Impastate fino ad ottenere una pasta consistente ed omogenea. Coprite con la pellicola e mettete a riposare in frigo per almeno 2 ore. Trascorso il tempo del riposo, stendete la frolla nella teglia con l’aiuto delle mani, dopodiché bucatela con una forchetta, copritela di carta argentata ed utilizzate un peso sopra in modo tale che non si alzi in cottura. Infornatela, quindi a 180° per circa 20 minuti, ricordandovi di eliminare la carta forno ed il peso (io utilizzo del riso crudo) dopo circa 15 minuti. Seguitate la cottura fino al momento in cui non sarà dorata.

 

Per la crema pasticcera

  • 4 tuorli d’uovo
  • 40 gr di farina
  • 100 gr di zucchero
  • 650 gr di latte
  • Scorza di limone q.b.

Ingr Crema

Mettete il latte con la scorza di limone in un pentolino e scaldatelo fino ad arrivare quasi a bollore. Nel frattempo amalgamate il tuorlo d’uovo con lo zucchero e successivamente con la farina. Una volta che il latte sarà caldo, eliminate le scorze di limone e cominciate a versarlo a poco a poco sull’impasto di latte, zucchero e farina mescolando accuratamente per evitare di formare grumi. Terminata questa operazione, versate nuovamente il composto nel pentolino e rimettete sul fuoco mescolando continuamente, fino al momento in cui la crema non si sarà addensata. Trasferitela in una ciotola e mettetela a raffreddare con la pellicola a contatto.

 

Per il crumble

  • 170 gr di farina
  • 100 gr di zucchero di canna
  • 100 gr di burro
  • Vaniglia qb
  • Sale qb

ingr-crumble

Versate in una ciotola il burro precedentemente ammorbidito, lo zucchero di canna, la farina e gli aromi e cominciate a lavorare il tutto per far amalgamare il burro all’impasto. Arrivati a questo punto dovreste ottenere una consistenza piuttosto granulosa, quindi versate tutto il composto su una teglia foderata di carta da forno ed infornate il crumble a 180° per circa 10 minuti. Trascorso questo tempo riprendete la teglia dal forno e con l’aiuto di una paletta da cucina o di un cucchiaio, rompete l’impasto che si sarà ricompattato con la cottura, ed infornatelo nuovamente per altri 10 minuti circa, cioè fino al punto in cui il crumble non sarà ben dorato e asciutto. A questo punto lasciatelo raffreddare.

MONTAGGIO

Avrete bisogno di:

  • 50 gr di pinoli
  • Zucchero a velo qb

Al momento dell’assemblaggio della torta, come prima cosa prendete i pinoli, versateli su una teglia rivestita con carta da forno e metteteli per circa 10 minuti in forno a 200° per farli tostare. Quando saranno ben dorati tirateli fuori e metteteli da parte. A questo punto riprendete la base di frolla precedentemente cotta, distribuiteci sopra la crema pasticcera, e completate il tutto con il crumble che nel frattempo dovrà essersi freddato, e con i pinoli tostati. Ultimo tocco non trascurabile: una pioggia di zucchero a velo. E buona merenda!

imm-copertina

NOTE:

  • Questa variante della torta della nonna è preparata con una crema pasticcera da consumare fresca. La versione tradizionale, infatti, prevederebbe che la crema si cuocesse direttamente con la frolla, ma poiché non sono una grande amante della crema cotta al forno ho deciso di rivedere il tutto. Quello a cui dovrete prestare attenzione, però, è che questa crema non va cotta al forno!! Altrimenti rischiereste di farla seccare troppo, compromettendo la buona riuscita della torta.
  • Questo dolce è perfetto per chi, come me, ha sempre i minuti contati: potrete infatti preparare la frolla ed il crumble un paio di giorni prima (purché siano conservati coperti da carta argentata o in un contenitore), e la crema pasticcera il giorno prima (ma lasciatela obbligatoriamente in frigo con pellicola a contatto). In questo modo il giorno in cui avrete bisogno della torta dovrete solo assemblare i vari ingredienti e tostare i pinoli, ed in 10 minuti massimo avrete fatto!
  • Se preferite, il crumble può anche essere aromatizzato alla cannella per dare un tocco più invernale alla torta, anche se io preferisco il sapore classico della vaniglia.

Lascia un commento