Ramen soup: la zuppa giapponese per eccellenza!

imm-evidenza

Eccoci di nuovo qua! Scusate per la lunga assenza, ma vi promettiamo che ci faremo perdonare sin da subito! Alzi la mano chi, con il freddo di questi giorni e dopo gli sfarzi del Natale, non avrebbe voglia di coccolarsi con una ciotola di zuppa bollente? Rosa Pompelmo con il nuovo anno torna con una ricetta salata che farà al caso vostro: il famoso ramen! Per chi non lo dovesse conoscere, si tratta di una zuppa giapponese a base di brodo di maiale, accompagnato da una serie di ingredienti (i cosiddetti topping), un’esplosione di sapore pronta a deliziarvi e a scaldarvi il cuore, per iniziare questo 2017 alla grande!


Dosi per 4 ciotole di ramen (per 4 persone):

Per il brodo di maiale:

  • 1 kg circa di spuntature di maiale
  • 3 cipollotti
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 litri di acqua circa
  • Zenzero qb
  • Sale qb
  • Salsa di soia qb

img_5692

Come prima cosa eliminate il grasso in eccesso dalle spuntature per evitare che il brodo diventi troppo grasso. A questo punto versate la carne, i cipollotti tagliati a metà, gli spicchi di aglio schiacciati ed un pezzetto di zenzero (dosate la quantità a vostro piacimento) in una pentola e coprite il tutto con dell’acqua. Aggiungete una piccola quantità di sale grosso e portate a bollore, quindi coprite la pentola con un coperchio, abbassate la fiamma al minimo, e lasciate sobbollire per 1 ora e mezza/2 ore circa. Trascorse le due ore, scolate la carne e tutti gli aromi che avete versato nel brodo, filtratelo con l’aiuto di un colino in un’altra pentola e aggiungete un piccolo quantitativo di salsa di soia. La base del ramen è pronta, ora dovrete solo pensare ai topping!

Per i topping: 

  • 500 gr di funghi champignon
  • 500 gr di noodles freschi
  • 1 cipollotto fresco
  • Spuntature di maiale
  • Germogli di soia qb

img_5699

E’ arrivato il momento di preparare i topping, ovvero tutti gli ingredienti che andranno a condire la nostra zuppa. E’ molto importante che tutti i topping siano pronti al momento dell’assemblaggio, per evitare che la riuscita del ramen sia compromessa. Cominciamo con le spuntature che avrete scolato dal brodo: eliminate l’osso (dovrebbe staccarsi senza problemi), tagliatele a pezzetti piuttosto grossi e tenetele da parte. Successivamente passate ai funghi: puliteli ed affettateli grossolanamente, quindi versateli in una padella con dell’olio e fateli cuocere velocemente a fiamma alta fino al momento in cui cominceranno a tirare fuori l’acqua (dovranno rimanere croccanti). Preparate su un piatto i germogli di soia ed il cipollotto tritato che serviranno per guarnizione e nel frattempo cuocete i noodles, scolateli e versateli in un’insalatiera.

MONTAGGIO:

Scaldate il brodo, e preparate tutti i topping sul tavolo. A questo punto non vi resterà altro da fare che prendere una dose di noodles cotti ed adagiarla nella ciotola del ramen, aggiungete un paio di mestoli di brodo e guarnite il tutto con i pezzetti di carne, i funghi, i germogli di soia ed il cipollotto tritato. Servitelo caldissimo, e buona coccola!

ramen

Note:

  • Il ramen in realtà può essere condito con una varietà esagerata di ingredienti. Spesso si utilizza anche l’uovo sodo come topping, io però l’ho espressamente evitato perché non rispecchia i miei gusti personali. Un altro ingrediente che viene aggiunto spesso è lo zenzero: si prende il pezzetto che viene utilizzato per la cottura del brodo, si taglia a striscioline e si utilizza per guarnire la zuppa. Questi sono solo due esempi, in realtà potrete sbizzarrirvi con tutto quello che vi viene in mente!
  • Per quanto riguarda la pasta: la ricetta vorrebbe che si utilizzassero i noodles freschi, ma siccome sono difficili da trovare potrete tranquillamente sostituirli con della pasta fresca. Io ho optato per dei pici perché mi piace il formato di pasta più spesso, ma nulla vi vieta di utilizzare capellini d’angelo, spaghettini (basta che siano freschi), tagliolini, bigoli e chi più ne ha, più ne metta.
  • Se ne avete la possibilità, preparate il brodo il giorno prima. In questo modo potrete eliminare lo strato di grasso che si verrà a formare sulla pentola e il vostro ramen risulterà nettamente più leggero. In questo caso, ovviamente, preparatevi la carne già tagliata da subito così da doverla solo scaldare al momento dell’assemblaggio.
  • Per quanto riguarda la carne, io ho utilizzato delle spuntature di maiale, ma questo non vi vieta di poter utilizzare qualunque altro taglio voi possiate preferire. La cosa importante è che non sia né troppo magro e nemmeno troppo grasso. Per questo motivo ho eliminato le parti più grasse dalle spuntature prima di preparare il brodo, in modo tale da non appesantirlo ulteriormente. Ovviamente, più la carne sarà di buona qualità, e più il vostro ramen avrà sapore.

2 Comment

  1. Appreciate this post. Will try it out.

    1. Chiara Nati says: Rispondi

      Thank You! 🙂

Lascia un commento